Le donne di Fernando Carcupino: la maternità

Può un pittore che illustrava calendari aiutare a capire, se mai fosse possibile, qualcosa delle donne? Certo che può, ma occorre lasciar parlare la sua mano e ascoltare la sua voce pittorica.

Fernando Carcupino, pittore e illustratore nato a Napoli ma di origini milanesi formatosi al Liceo artistico e poi all’Accademia delle Belle arti di Brera, illustrò per vent’anni il Calendario di Frate Indovino. L’almanacco francescano, nato nel 1945 per fornire consigli pratici ad agricoltori e massaie e informare su feste, santi, previsioni meteorologiche e fasi lunari, si arrichì negli anni di numerose rubriche, fra le quali Lo sapevate?, Vedo e Prevedo, Grillo parlante, Lo credereste? e negli anni ottanta comparvero Ecologia della natura, del cuore e della vita, Cosa accadrà e Messaggio ai giovani.

Cosa possa centrare tutto questo non lo so manco io, ma posso provare a ricamarci sù e raccontare. Da piccolo nella piccola libreria di casa avevamo un manuale di puericoltura pieno di donne ignude che si chiamava “E’nato” a cura della dottoressa Moretto ed edito dall’Istituto Scotti Bassani. Se andate su Amazon o eBay lo trovate. Quelle donne ignude erano appunto di Carcupino e due anni fa, cercando notizie su questo personaggio a me sconosciuto, ho scoperto che di donne ignude ne disegnava veramente tante, quasi solo donne ignude disegnava.

Madre con bambino in verde (foto da arnotgallery.com)

Madre con bambino in verde (foto da arnotgallery.com)

Ho rintracciato sul web un pensiero  del pittore risalente al 1993:


I miei nudi non sono mai nudi idealizzati, ma donne osservate in momenti di intimità, momenti privati della loro vita quotidiana. In questo modo credo di riuscire a rappresentare di più quello che penso della persona umana, in particolare di lei, la donna. E’ tale la considerazione che ho per la donna che non potrei mai concepire una sua idealizzazione. Nessuna sublimazione, nessuna interpretazione poetica o spirituale, nessuna purificazione estetica può superare la bellezza della realtà così com’è.


e continua Carcupino:


Secondo me un pittore completo e onesto dovrebbe cimentarsi in qualsiasi soggetto, come i grandi del passato. In virtù di ciò amo dipingere un pò di tutto, anche se debbo ammettere che prediligo anche la natura morta. Forse perché nella natura morta trovo dei punti in comune con il nudo. Non so… vedo nei volumi, nella plasticità delle forme… un qualche cosa di sensuale.


Ho scelto il dipinto Mamma con bambino in verde e non altre opere sia perchè era una delle illustrazioni contenuta nel manuale sia perchè mi evoca un emozione del tutto simile a quella sensazione di “qualcosa di avvolgente e sicuro come un nido” che emana l’illustrazione in copertina. Il rapporto figura sfondo. Fra quei toni verdi a mala pena si dinstinguono i tenui tratti di confine, quelle morbide linee che identificano la camicia della madre, il colletto e i bottoni. Da questi verdi emerge solo la figura della madre con bambino. Quei toni rosa accesi del viso e delle mani, con i suoi bei capelli castani, lo sguardo dolce e la presa attenta che custodisce lo sguardo curioso e trasognato di quei due occhi nocciola incastonati fra quel bianco-rosa del viso e della manine. La madre sembra emergere solo in parte dallo sfondo di cui sembra ancora essere parte integrante, mentre nel vestito bianco del bimbo quei riflessi verdi sembrano provenire dagli occhi dolci della camicia della madre, che avvolge e custodisce.

A me piaceva raccontarvela così questa storia delle donne ignude di Carcupino. Nel 1983 ha ricevuto il titolo di Cavaliere della Repubblica italiana per importanti meriti artistici. Le sue opere, presenti in tutto il mondo, si possono ammirare in una mostra permanente presso la Galleria d’Arte Gelmi a Sesto San Giovanni. Per informazioni http://www.fernandocarcupino.eu.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...